L'età dei diritti violati. Universali e senza confini, eppure li gestiscono gli stati

by Massimo Siviero
$2.55
eBook

Publisher: Massimo Siviero

Publication Date: February 01, 2017

ISBN: 9781370542932

Binding: Kobo eBook

Availability: eBook

Get eBook

L’età dei diritti è anche l’età dei diritti violati che riguardano la nostra persona. La Repubblica, secondo l’art. 3 della Costituzione italiana, dovrebbe fare la sua parte per rimuovere qualsiasi ostacolo che impedisce il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori alla vita attiva del Paese. Ma tale norma rimane una dichiarazione di intenti per scelte politiche e risorse non adeguate destinate a tale scopo.
In teoria i diritti universali non hanno confini e meritano una tutela universale. Dovrebbero trascendere i compromessi della politica, ma sono spesso condizionati dalla sola legge del profitto. Diritti innati direbbe Kant poiché li portiamo con noi dalla nascita. Eppure li gestiscono gli Stati con i limiti dettati dalla politica e dalle logiche del mercato. E solo in via sussidiaria possono occuparsene gli organismi sovranazionali. Invece hanno bisogno di una tutela effettiva. Altrimenti, come ricorda Rousseau, “l’uomo è nato libero, ma è ovunque in catene”. Anche i diritti economici e sociali meritano una protezione reale. Così il diritto al lavoro. Lo Stato dovrebbe promuovere le condizioni per rendere effettivo tale diritto, ma l’art. 4 rimane impresso sulla carta e la sua attuazione deve fare i conti con il mutare del quadro economico e del clima sociale. I ricorsi alle Corti internazionali e lo speciale rimedio ONU contro violazioni gravi e generalizzate.
Il libro affronta, con una panoramica completa, le non poche criticità nell’effettiva tutela dei diritti fondamentali, indicando soluzioni giuridiche non senza incursioni nella sociologia e nella filosofia del diritto.
Massimo Siviero è nato a Roma da genitori napoletani e vive a Napoli.